Diocesi: Parma, recupero chiesa San Francesco del Prato. L’imprenditore Chiesi, “costo stimato 6,5 milioni di euro ma potrà essere meno”

Un progetto di prim’ordine, affidato a due professionisti con esperienza che hanno già studiato la situazione”. Lo ha detto Alberto Chiesi, imprenditore della omonima azienda farmaceutica di Parma, intervenendo oggi alla conferenza di presentazione per i lavori di restauro della chiesa di San Francesco del Prato nel capoluogo emiliano. I tecnici scelti per la redazione dei progetti sono l’architetto Giorgio Della Longa di Roma – che con Paolo Marconi aveva già preparato un preliminare nel 2002 approvato dalla Soprintendenza – e l’ingegnere Giovanni Cangi.

L’amore che la nostra città ha per questa chiesa lo dimostra quanto era stato fatto nel 1996 con il primo comitato che aveva raccolto migliaia di firme per il recupero dell’edificio. Poi questioni amministrative e burocratiche hanno rallentato l’iter ma oggi sono fiducioso – ha proseguito l’imprenditore – perché già diversi enti e aziende hanno promesso di partecipare concretamente”. Il costo stimato per il recupero della chiesa e di una parte dell’annesso convento, ammonta a 6,5 milioni di euro. “La stima è fatta in base ai preziari regionali – ha chiarito Chiesi – per cui credo che alla fine possa essere anche più bassa di così. La speranza è che l’impresa sia veloce nel termine i lavori”. È stato inoltre ricordato che essendo San Francesco del Prato un bene di proprietà dello Stato, chi intende fare erogazioni liberali a favore del restauro potrà godere dei vantaggi concessi attraverso Art-Bonus. Per informazioni è possibile rivolgersi alla diocesi di Parma.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo