Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Migranti, irritazione italiana verso il vertice di domenica. Usa, retromarcia su separazione bambini da genitori immigrati

Migranti: domenica a Bruxelles il vertice a 8. Irritazione italiana su bozza di accordo

Irritazione da parte del governo italiano per le anticipazioni sulla bozza delle conclusioni del vertice informale di domenica prossima, a Bruxelles, con la presenza dei leader di Germania, Francia, Italia, Spagna, Grecia, Bulgaria, Malta e Austria n vista del Consiglio europeo di fine giugno. Fonti di Palazzo Chigi hanno sottolineato che l’Italia non firmerà un “accordo preconfezionato”. Non solo: è stata anche valutata l’ipotesi che il premier Conte diserti il vertice. Il nodo è la questione relativa ai ricollocamenti, che l’Italia vuole che sia affrontata solo dopo un chiarimento sui principi dei “primary movements”, ovvero la prima accoglienza nei Paesi di approdo dei migranti. “L’obiettivo – ha chiarito il vicepremier Salvini – è proteggere le frontiere esterne, non è dividere il problema tra Paesi europei ma risolvere il problema a monte. Se qualcuno in Ue pensa che l’Italia debba continuare ad essere punto di approdo e campo profughi ha sbagliato a capire”. Oggi, intanto, a Budapest si terrà la riunione del “gruppo Visegrad” con i leader di Ungheria, Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca, Paesi che più volte si sono dimostrati ostili al sistema di quote europee per i rifugiati. Alla riunione parteciperà anche il cancelliere austriaco Sebastian Kurz.

Stati Uniti: dopo le polemiche Trump firma decreto per tenere unite le famiglie di migranti

Dopo giorni di polemiche e indignazione per via della “tolleranza zero” attuata al confine tra Stati Uniti e Messico, il presidente americano Donald Trump ha firmato ieri l’ordine esecutivo per tenere unite le famiglie di migranti che entrano illegalmente negli Usa. La decisione di Trump è arrivata dopo che lo speaker della Camera bassa del Congresso, il repubblicano Paul Ryan, aveva annunciato per oggi il voto su una proposta che chiedeva di fermare la separazione dei bambini dai genitori entrati irregolarmente negli Stati Uniti. Nell’ordine esecutivo è previsto che durante il procedimento penale sia il Segretario della sicurezza interna degli Stati Uniti ad avere in carico le famiglie straniere nella loro interezza, a meno che la detenzione possa rappresentare un rischio per il benessere del bambino. Trump ha comunque confermato che la linea della “tolleranza zero” con gli immigrati irregolari rimane.

Accoglienza: individuato “sistema criminale”, 5 arresti a Benevento

Sono 5 le persone destinatarie di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Benevento ed eseguita in queste ore dalla Polizia di Stato di Benevento, dei Carabinieri del Nucleo investigativo di Benevento e del Nas, Reparto Nucleo antisofisticazione e sanità di Salerno. Tra loro un funzionario pubblico, un impiegato del ministero della Giustizia ed un appartenente alle forze dell’ordine, accusati a vario titolo di diversi reati di truffa ai danni dello Stato per il conseguimento di erogazioni pubbliche, frode in pubbliche forniture, corruzione e rivelazione di segreti d’ufficio. L’indagine, iniziata nel novembre 2015 e coordinata dalla Procura di Benevento, ha consentito di ricostruire un sistema criminale che sostanzialmente lucrava sulle assegnazioni pilotate dei migranti, sul sovraffollamento dei centri, sulla falsa attestazione di presenze degli ospiti, con la connivenza di alcuni pubblici dipendenti. Altre 36 persone risultato indagate con l’accusa di aver commesso diversi reati.

Maturità: in corso la seconda prova scritta. Aristotele al Classico

Gli oltre 500mila maturandi italiani sono tornati questa mattina sui banchi di scuola per la seconda prova scritta, diversa per indirizzo di studio. Agli studenti del liceo Classico è stata sottoposta una versione di greco dall’Etica nicomachea di Aristotele. Ieri, per il tema d’italiano, oltre un quinto degli studenti (22,1%) ha scelto la traccia su “I diversi volti della solitudine nell’arte e nella letteratura”. A seguire l’analisi del testo di un brano de “Il giardino dei Finzi-Contini” di Giorgio Bassani, affrontata dal 18,5% dei maturandi, mentre il 16,8% si è cimentato con la traccia “La ‘creatività’ è la straordinaria dote – squisitamente umana – di immaginare; risultato di una formula complessa, frutto del talento e del caso”. Il 14,8% ha svolto il tema sul principio dell’eguaglianza formale e sostanziale nella Costituzione. Per il 13,7% invece tema sul dibattito bioetico sulla clonazione.

Roma: i Cinquestelle annunciano mozione, la Capitale è una “città antifascista”

A pochi giorni dall’approvazione della mozione per intitolare una via della Capitale a Giorgio Almirante, proposta avanzata da Fratelli d’Italia e sostenuta anche dai Cinquestelle ma bloccata dalla sindaca Virginia Raggi, il M5S presenta in Campidoglio una nuova mozione per inserire nello Statuto del Comune “il principio che Roma è una città antifascista”. La nuova mozione impegna la giunta a non intitolare luoghi pubblici a chi è portatore “di idee riconducibili al fascismo, antisemite o razziali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa