Cile: concluso il secondo giorno di visita a Osorno degli inviati papali, “grazie ai sacerdoti per franchezza e linguaggio diretto”

Dopo l’incontro di giovedì sera con i laici, è proseguita anche ieri con un fitto programma la visita a Osorno degli inviati di Papa Francesco, mons. Charles Scicluna, arcivescovo di Malta, e mons. Jordi Bertomeu. La visita nella diocesi cilena guidata fino a qualche giorno fa da mons. Juan Barros, che ha presentato la sua rinuncia dopo lo scandalo abusi, ha un significato di riparazione e riconciliazione. Particolarmente intenso, nella giornata di ieri, l’incontro con i sacerdoti e i diaconi della diocesi. Al termine mons. Scicluna ha brevemente risposto alle domande dei giornalisti. “È stata un’esperienza densa di emozioni ma positiva – ha detto l’arcivescovo di Malta -. Ringrazio i sacerdoti e i diaconi per la fiducia, il coraggio, la franchezza, il modo diretto con cui si sono espressi”.
Rispondendo a una domanda dei giornalisti, mons. Scicluna ha detto che “in tutte le famiglie esistono divisioni”, ma che ora c’è “la buona volontà di avviare una pagina nuova della diocesi di Osorno”. E ha proseguito invitando tutti i fedeli alla messa che domenica concluderà la visita degli inviati papali a Osorno: “Speriamo che riesca ad esserci anche il nuovo vicario apostolico, mons. Concha, per pregare tutti insieme come segno di unità”.

In riferimento a ulteriori indagini su casi di abusi nella parrocchia di Santa Rosa di Lima, mons. Scicluna ha confermato che “indagare è un dovere di giustizia”, soprattutto verso le vittime. La giornata degli inviati papali è proseguita ieri nelle parrocchie di Santa Osa ed Espíritu Santo; oggi sono previsti gli incontri nelle parrocchie del Sagrado Corazón al mattino e di Jesús Obrero alla sera. Nel pomeriggio, invece, alle ore 16, è previsto l’incontro con i religiosi e le religiose nella cattedrale di San Matteo, dove domani alle 11.30 si terrà la messa “di riparazione e riconciliazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy