Usa-Corea del Nord: Amnesty, “sollecitare riforme e rispetto diritti umani”

“Apprezziamo il fatto che il presidente Trump abbia sollevato il tema dei diritti umani. Amnesty international chiede agli Usa di continuare a sollecitare urgenti riforme in Corea del Nord. I diritti umani non dovrebbero essere una nota a piè di pagina negli eventuali accordi con Kim Jong-un bensì un elemento fondamentale dei negoziati tra i due Paesi”: questa la reazione di Francisco Bencosme, di Amnesty International Usa, a proposito del vertice di Donald Trump con il leader nord-coreano Kim Jong-un. “Non ci sarà alcun ‘grande vincitore’ fino a quando la Corea del Nord continuerà a commettere gravi, massicce e sistematiche violazioni dei diritti umani, alcune delle quali possono costituire crimini contro l’umanità – ha affermato Bencosme -. La Corea del Nord deve chiudere i suoi campi di prigionia, che tuttora ospitano almeno 120.000 persone, proteggere la libertà d’espressione e riunire le famiglie separate durante la guerra”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa