Sicurezza: espulso un 29enne marocchino considerato contiguo ad ambienti dell’estremismo islamico

È stato espulso con accompagnamento alla frontiera un cittadino marocchino, considerato contiguo agli ambienti dell’estremismo islamico. Ne ha dato notizia nel pomeriggio il Viminale in una nota nella quale viene spiegato che si tratta di un 29enne “con precedenti di polizia per droga” che “durante la detenzione ha palesato in più occasioni, anche con altri detenuti, una forte avversione nei confronti dei cristiani e del cristianesimo, tanto da essere inserito al primo livello del monitoraggio carcerario per rischio radicalizzazione”. “Per questi motivi – prosegue la nota – è stato espulso, con provvedimento del prefetto di Torino, e rimpatriato con volo diretto a Casablanca”.
Relativamente a soggetti contigui ad ambienti dell’estremismo islamico, sono 291 le espulsioni eseguite dal gennaio 2015 ad oggi, di cui 54 da inizio 2018.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa