+++ Abusi in Cile: mons. Scicluna (inviato a Osorno), “siamo qui per portare vicinanza Papa e aiuto concreto” +++

“Cerchiamo in primo luogo di essere un segno della vicinanza del Papa con il popolo e la Chiesa in Cile”: così monsignor Charles Scicluna, arcivescovo di Malta e rappresentante degli inviati speciali del Santo Padre, ha spiegato il senso della sua missione nella diocesi di Osorno, parlando oggi pomeriggio da Santiago del Cile nella sede della nunziatura apostolica. Mons. Scicluna ha ringraziato prima il nunzio, monsignor Ivo Scapolo, per la collaborazione e ha chiesto preghiere per la missione, che “intende prestare un aiuto tecnico e giuridico concreto alle curie diocesane del Cile perché possano dare risposte adeguate ad ogni caso di abuso sessuale di minori commesso da preti o religiosi”. Inoltre, ha precisato, “questa visita ha lo scopo di manifestare la particolare vicinanza del Papa con la diocesi di Osorno e il suo amato popolo, nel segno del servizio e della comunione, in un contesto di preghiera, di celebrazione liturgica, di mutuo ascolto e cordialità”. Monsignor Scicluna ha anche ricordato alcune parole di Papa Francesco nella sua lettera al popolo di Dio pellegrino in Cile del 31 maggio 2018: “Con voi si potrà generare la trasformazione necessaria di cui si ha tanto bisogno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa