Papa a Loppiano: Zanzucchi (giornalista), “la sua visita nel decimo anniversario della morte di Chiara Lubich”

“Chiara Lubich ha scelto il Vangelo dell’unità, quello che trova nel testamento di Gesù la sua magna carta: ‘Che tutti siano uno’. Un’unità declinata in ogni modo possibile, cercando quel che unisce più che quel che divide, essendo fermento di coesione ecclesiale, sociale, politica, economica, comunicativa, culturale. Unità che non ha nulla da spartire con l’uniformità, col pensiero unico, essendo basata sul modello trinitario: unità nella diversità”. Lo scrive Michele Zanzucchi, giornalista, già direttore della rivista Città Nuova, nello speciale di “Vita Pastorale” dedicato alla visita di Papa Francesco a Loppiano, che si svolgerà domani. “In questo anno di ricordo della fondatrice (il decimo dalla morte, ndr), Papa Francesco ha deciso di andare a Loppiano, uno dei luoghi più conosciuti dei Focolari, dove circa 800 persone cercano di dare testimonianza di ‘unità evangelica’”, sottolinea il giornalista. Zanzucchi evidenzia quello che è alla base delle iniziative dei Focolari, cioè “il desiderio di portare la fraternità evangelica nel cuore della società”, dandole “una solida dimensione culturale, insieme con le persone di buona volontà incontrate nel cammino”. Tutto ciò “senza lo scopo di ‘occupare spazi’, ma di ‘avviare processi’, proprio come sostiene Papa Francesco nella Evangelii gaudium”. L’impegno è quello di “essere fattori di comunione all’interno della propria Chiesa, così come tra le Chiese, in uno spirito ecumenico”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo