Europa: Ventotene, cento giovani scrivono la “Dichiarazione contro ogni discriminazione”

Una piccola “assemblea costituente” formata da centinaio di studenti, tra i 16 e i 18 anni, di diverse nazionalità, lavorerà dal 9 (Festa d’Europa) al 12 maggio sull’isola di Ventotene attorno a un progetto legislativo da presentare ai vertici delle istituzioni comunitarie. Sollecitati da professori di economia, giuristi, giornalisti ed esperti della storia, i giovani redigeranno una “Dichiarazione contro ogni discriminazione”. L’obiettivo dell’iniziativa, il “Ventotene Europa Festival”, promossa per la seconda volta dall’associazione “La nuova Europa” è di “rilanciare il progetto europeo nel momento più buio per l’Ue, partendo dai giovani e dalla loro visione del mondo”. A incontrare i giovani arriveranno a Ventotene anche il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, l’ex premier Enrico Letta, l’Alto rappresentante Ue Federica Mogherini e la senatrice a vita Liliana Segre, che lancerà proprio in quella occasione un forte messaggio contro la xenofobia e le discriminazioni. “È contro ogni discriminazione, il germe che ha intaccato la società europea, che deve giocarsi l’impegno civile dei giovani cittadini europei”, spiegano gli organizzatori. “È il messaggio che vogliamo lanciare dall’isola di Ventotene, dove furono confinati i discriminati dal regime fascista e dalla quale oggi può soffiare l’energia di quanti si ribellano all’insorgere dei nuovi fascismi e alle politiche dell’intolleranza in Europa. Gli incontri e i laboratori si terranno presso la Scuola “Altiero Spinelli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo