Diocesi: Roma, presentata “Notte Sacra”. Mons. Ruzza (ausiliare), “l’itinerario tra le chiese del centro dedicato alla perfetta letizia di san Francesco”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“La Notte Sacra è uno snodo fondamentale della pastorale che viviamo nel settore Centro della città, che è un santuario a cielo aperto. Una notte alla scoperta della bellezza. Quest’anno ci accompagnerà nell’itinerario tra le chiese san Francesco che parla a tutti, e non solo ai credenti alla confessione cattolica”. Lo ha detto questa mattina mons. Gianrico Ruzza, vescovo ausiliare del settore Centro di Roma e segretario generale del Vicariato, presentando, nel Palazzo Lateranense, la Notte Sacra, una notte di musica e preghiera che si svolgerà dalla sera di sabato 12 maggio all’alba di domenica 13. “L’itinerario quest’anno – ha aggiunto – sarà quello della perfetta letizia. Con la Notte Sacra, inoltre, scopriamo la bellezza di questa città che possiamo offrire a cittadini, ai pellegrini e ai turisti”. Altra protagonista sarà Maria. Un momento di riflessione sulla sofferenza della donna, partendo dalla Vergine, si svolgerà a San Bartolomeo all’Isola Tiberina. “La riflessione continuerà con le canzoni dei grandi nomi della musica italiana che interverranno (Giovanni Caccamo, Alice, Antonella Ruggiero, ndr) e con la preghiera. Cominceremo e concluderemo con la preghiera – ha spiegato mons. Ruzza -. La messa conclusiva sarà presieduta a san Francesco a Ripa dal vicario del Papa per la diocesi di Roma”. Novità, quest’anno, sarà la rete di preghiera mariana, organizzata da un gruppo di giovani della città. “Verrà recitato il rosario in vari luoghi in connessione attraverso le nuove forma digitali con tante persone che dalle loro case vorranno unirsi alla preghiera. Si vuole mettere la città in rete. Credo sia un aiuto prezioso per Roma che ha bisogno di riconcepirsi e di ritrovarsi in questo momento. È un servizio che svolgiamo perché vogliamo presentare a tutti la bellezza della vita pensata come faceva san Francesco, alla luce della semplicità, dell’umiltà e della povertà”.

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo