Chiese-Ue: Sofia, incontro tra delegazione Comece-Kek e presidenza bulgara. Misak, “religioni hanno ruolo cruciale come costruttori di ponti”

“Abbiamo avuto un incontro molto costruttivo e fruttuoso nel quale abbiamo scambiato le nostre prospettive, ricevendo per la maggior parte delle questioni una risposa positiva da parte della presidenza bulgara”: è il commento di Marek Misak, consigliere per le relazioni esterne con l’Ue presso la Comece, rilasciato al Sir dopo l’incontro della delegazione Comece-Kek con la presidenza bulgara svoltosi oggi. “Abbiamo confermato la volontà delle Chiese di essere partner costruttivi nel dialogo, ricordando ai politici di mettere la persona umana al centro delle loro decisioni, in favore alle famiglie, le comunità e i giovani”. Riguardo i Balcani occidentali, Misak sottolinea che “grazie all’impegno della presidenza bulgara la loro prospettiva europea è ritornata nell’agenda europea”, ribadendo che “il processo di integrazione europea verso i Balcani occidentali deve fondarsi su un partenariato equo, globale e responsabile”, che favorisca “la riconciliazione e la costruzione di una pace durevole”. “In questo contesto – afferma il rappresentante della Comece – le Chiese hanno un ruolo cruciale come costruttori di ponti, con la loro esperienza nello sviluppo umano, nell’educazione, nella sanità e nella cura per i deboli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo