This content is available in English

Chiese-Ue: Sofia, incontro tra delegazione Comece-Kek e presidenza bulgara. In agenda adesione Balcani e migrazioni

(Sofia) Una delegazione della Comece e della Kek ha incontrato quest’oggi a Sofia il vicepremier bulgaro e ministro degli affari esteri, Ekaterina Zaharieva, in occasione della presidenza bulgara del Consiglio dei ministri Ue. Il capo della delegazione Comece, mons. Christo Proykov, presidente dei vescovi bulgari, ha consegnato un documento-riflessione della Chiesa cattolica, concentrata sulle quattro priorità della presidenza bulgara: “Futuro dell’Europa e giovani”, “Balcani occidentali”, “Sicurezza e migrazioni” ed “Economia digitale”. Da parte sua, la delegazione della Kek, guidata dal segretario generale, padre Heikki Huttunen, ha presentato il lavoro sul futuro dell’Europa che l’organizzazione svolge dal 2016, ricordando la prossima Assemblea generale che si terrà a Novi Sad, Serbia, dal 31 maggio al 6 giugno. I rappresentanti ecclesiali hanno espresso le loro preoccupazioni riguardo il problema dei migranti, una questione che deve partire dalla concezione che “i migranti sono uomini e non numeri”, nel pieno rispetto dei loro diritti umani. Tra gli altri temi di comune interesse con la presidenza bulgara, “la necessità di incoraggiare i giovani includendoli in tutti i livelli della vita sociale, economica e politica”. In vista del prossimo summit Ue-Balcani occidentali che si terrà a Sofia il 17 maggio, durante l’odierno incontro i rappresentanti delle Chiese europee hanno scambiato le loro prospettive riguardo il processo di integrazione dei Balcani occidentali, tema al quale la Comece ha dedicato un suo apposito contributo, pubblicato la settimana scorsa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo