Avvenire: la prima pagina di domani 9 maggio. Incognite elezioni anticipate, denuncia migranti contro l’Italia, Trump esce da accordo nucleare con Iran

“Salto nel voto” è il titolo principale di Avvenire di domani, dedicato alle incognite di eventuali elezioni anticipate addirittura già a luglio. Il quotidiano cattolico ha interpellato al riguardo Annamaria Furlan (Cisl), Carlo Sangalli (Confcommercio), Roberto Rossini (Acli) e Antonello Giannelli (Associazione nazionale presidi) che guardano con preoccupazione l’ipotesi di elezioni subito e sottolineano come serva un governo che garantisca stabilità e sviluppo al Paese. Il titolo di apertura è sovrastato però da una grande foto di migranti in dificoltà in mare a illustrare la denuncia che un gruppo di 17 nigeriani scampati a un naufragio e riportati in Libia hanno presentato contro l’Italia alla Corte dei diritti dell’uomo per complicità con la Guardia costiera e il governo libico nelle torture e nelle detenzioni in condizioni disumane di tanti migranti. Ancora un titolo sulla disdetta da parte del presidente americano Donald Trump dell’accordo sul nucleare con l’Iran. A questo tema è dedicato anche l’editoriale, a firma di Riccardo Redaelli, dal titolo: “Un oceanico guastatore” (la mossa di trump contro l’Iran).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo