Economia: Bartolomeo (patriarca Costantinopoli), “la massimizzazione del profitto non garantisce né lo sviluppo economico sostenibile né il bene comune”

“La società si sta trasformando in un gigantesco mercato, le conquiste sociali si stanno riducendo e il divario tra ricchi e poveri si sta allargando. Il diritto di chi è forte economicamente e il perseguimento del massimo profitto possibile sono considerati l’unico modo per raggiungere la crescita economica”. Lo ha detto il patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo, durante il suo intervento oggi in Vaticano su “un’agenda cristiana comune per il bene comune”, in occasione della conferenza per il 25° anniversario della Fondazione Centesimus Annus. “Oggi siamo di fronte a una grave crisi e ai suoi esiti sociali su scala globale – ha aggiunto -. Consideriamo questa crisi mondiale come una ‘crisi di solidarietà’, che mette a rischio il futuro dell’umanità”. Così il patriarca ha espresso la convinzione che “il futuro dell’umanità sia legato alla resistenza contro questa crisi e all’istituzione di una cultura solidale” da contrapporre al “fondamentalismo del mercato”. Bartolomeo ha sottolineato come “la razza umana, con i suoi bisogni espansi e insaziabili, sia incline a sradicare l’eredità spirituale dell’umanità”. A tal punto da “trasformare persino i bambini, attraverso i sistemi educativi, in ​​consumatori”, perché “l’infanzia stessa è diventata fondamentalmente una ‘categoria economica’”. Ma “siamo convinti – ha sottolineato il patriarca – che l’orientamento esclusivo dell’attività economica verso la massimizzazione del profitto non garantisce né lo sviluppo economico sostenibile né il bene comune”. Piuttosto “divide l’umanità in privilegiati e svantaggiati, e diventa un’espressione di mancanza di solidarietà, che, naturalmente, non è in grado di costituire una base stabile per il futuro”. Ricadute di ciò si verificano anche sull’ambiente. “Un’economia che è autonoma dai bisogni reali di un essere umano porta inevitabilmente allo sfruttamento della natura e alla distruzione dell’ambiente naturale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy