Catechesi persone disabili: suor Veronica Donatello in Portogallo, “o lavoriamo per la santità di tutti o per nessuno”

“Il nostro lavoro o è per la santità di tutti, come chiede il Papa nell’ultima esortazione, o è per nessuno”. Lo ha detto suor Veronica Donatello, responsabile del Settore per la catechesi delle persone disabili dell’Ufficio catechistico nazionale della Cei, incontrando i fedeli, i vescovi e le associazioni di categoria in alcune diocesi del Portogallo: Castelo-Branco, Santarém, Setúbal, Évora, Lisboa. Dopo aver ascoltato diverse esperienze e partecipato a un momento di preghiera animato da “Fede e luce”, suor Donatello ha ideato che “ognuno nella propria diocesi ha cinque pani e due pesci ed è chiamato a condividerli”.

Quindi si è soffermata sui “pregiudizi che si hanno nella comunità, perché l’inclusione è un cambiamento ecclesiologico”. Presenti anche José Tolentino Mendonça, vice-rettore e docente dell’Università Cattolica di Lisbona, e padre Antonio e Isabel, membri dell’équipe nazionale. Domani il viaggio in Portogallo per presentare il lavoro di inclusione che si fa in alcune parrocchie italiane avrà come tappa Braga, dove suor Donatello incontrerà la Pastorale nazionale dei sordi e i catechisti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa