Peregrinatio Giovanni XXIII: le spoglie hanno lasciato il Vaticano. Card. Comastri, “compie pellegrinaggio di gratitudine e benedizione”

“Oggi Giovanni XXIII compie il pellegrinaggio di gratitudine e di benedizione verso la terra dove è nato, dove è diventato cristiano e dove ha maturato la vocazione al sacerdozio”. Lo ha affermato questa mattina il card. Angelo Comastri, arciprete della Basilica di San Pietro, nel corso della cerimonia che ha dato avvio in Vaticano alla “peregrinatio” di Giovanni XXIII nella sua terra natia, nel bergamasco. Nella preghiera recitata da tutti i presenti, secondo quanto riferisce Vatican News, Comastri ha evidenziato il profumo di Dio di Papa Roncalli, il suo aver seminato speranza, aiutando ad essere “strumenti di pace nella casa e nelle piazze”. Il pellegrinaggio dell’urna contenente le spoglie di San Giovanni XXIII verso Bergamo – diocesi nella quale Roncalli prestò il suo servizio per i primi quarant’anni – e verso Sotto il Monte, dove nacque il 25 novembre 1881, è un dono di Papa Francesco che ha acconsentito alla traslazione fuori dal Vaticano delle spoglie del Papa Buono. Circostanza che ha avuto un precedente nella primavera del 1959 quando fu proprio Giovanni XXIII ad autorizzare il trasferimento delle spoglie benedette di san Pio X verso Venezia. La “peregrinatio” durerà 18 giorni: le prime tappe saranno a Bergamo, poi il trasferimento a Sotto il Monte.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa