Comunicazioni sociali: “Non abboccare – Come e perché nascono le fake news”. Iniziativa delle diocesi di Milano e Como

(Milano) “Non abboccare – Come e perché nascono le fake news”: è il titolo di una iniziativa voluta dalle diocesi di Milano e di Como in occasione della 52ma Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, fissata per domani, 24 maggio, alle ore 21.00 presso il cinema Astra di Como (viale Giulio Cesare 3). Si confronteranno sul tema, riprendendo la riflessione di papa Francesco contenuta nella lettera “La verità vi farà liberi – Fake news e giornalismo di pace”, Piercesare Rivoltella, presidente del Cremit (Centro ricerca sull’educazione ai media all’informazione e alla tecnologia) e docente dell’Università Cattolica di Milano; Daniele Bellasio, caporedattore del quotidiano “La Repubblica”; Luca Sofri, direttore de “Il Post” e autore del libro “Notizie che non lo erano”. La serata, proposta in forma di talk, sarà arricchita dai contributi video esclusivi dell’attore Giacomo Poretti; di Chiara Giaccardi (antropologa della comunicazione); con le “incursioni” dei giovani studenti della Youth Bank, coordinati dal regista Paolo Lipari. Coordinerà gli interventi l’attore Stefano Dragone.
Oltre che nella città lariana si potrà assistere all’evento in diretta streaming ad alta definizione, anche presso il cinema Excelsior di Sondrio e la sala Ipogea di Morbegno. Inoltre durante la serata si potrà interagire in diretta con gli ospiti inviando i contributi su WhatsApp al 373.7558804. La partecipazione è gratuita: sul portale www.astracinema.it è possibile prenotare il proprio posto e quello di un accompagnatore attivando “dona e prenota”. “Le nostre diocesi – sottolinea don Davide Milani, responsabile comunicazione della diocesi di Milano – hanno colto l’occasione della Giornata delle comunicazioni sociali per un percorso condiviso e pensato insieme su un tema così importante oggi. Siamo inoltre lieti che proprio la comprensione del mondo dei media e il loro utilizzo consapevole sia il punto di partenza per una proposta nuova e interessante come il progetto Astra Hub”. “L’evento è rivolto a tutti i portatori sani di cellulare – spiega monsignor Angelo Riva, direttore dell’ufficio comunicazioni sociali della diocesi di Como –. Viviamo un’epoca in cui l’essere connessi è spesso un esercizio inconsapevole e capire e comprendere le dinamiche che governano l’apparente anarchia del web è il primo passo per non abboccare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa