Assemblea Cei: comunicato finale, “portale dedicato” per il Sinodo dei giovani. 183 diocesi organizzano “pellegrinaggi a piedi”. Le “prospettive” dei media Cei

L’Assemblea generale della Cei che si è chiusa oggi in Vaticano ha fatto il punto sul cammino della Chiesa italiana verso il Sinodo dei Vescovi, che si terrà a Roma in ottobre, dedicato a “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. È quanto si legge nel comunicato finale, in cui i vescovi confermano “la centralità dell’impegno educativo” e avvertono “la responsabilità di testimoniare ai giovani ragioni di vita, coinvolgendoli nell’esperienza cristiana; di curare legami ed affetti, qualificandoli con l’appartenenza ecclesiale; di favorire la crescita e la maturazione dei ragazzi aiutandoli a scoprire la ricchezza del servizio agli altri”. In particolare, sulla scorta del Documento preparatorio e del Questionario, l’anno 2017 ha visto le diocesi promuovere “un discernimento pastorale, relativo alle pratiche educative presenti nel tessuto ecclesiale”. Una seconda tappa si è focalizzata maggiormente sull’ascolto delle nuove generazioni, anche attraverso un portale dedicato. A tale attenzione ha dato un contributo essenziale la riunione presinodale, convocata a Roma dal Papa nei giorni precedenti la Domenica delle Palme di quest’anno. Mentre a giugno è atteso l’Instrumentum laboris, 183 diocesi hanno accolto la proposta del Servizio nazionale per la pastorale giovani di organizzare pellegrinaggi a piedi, lungo itinerari che valorizzano la tradizione e la spiritualità locale. L’esperienza culminerà a Roma nell’incontro con Papa Francesco e i rispettivi Pastori (11-12 agosto 2018). L’Assemblea generale ha eletto quattro vescovi membri effettivi e due vescovi membri supplenti in qualità di suoi rappresentanti alla XV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei vescovi. Tra le comunicazioni, oltre alle “prospettive” del Progetto Policoro, una ha riguardato i media della Conferenza Episcopale Italiana, che quest’anno celebrano anniversari significativi: i cinquant’anni di Avvenire, i trenta dell’Agenzia SIR, i venti di Tv2000 e del Circuito radiofonico InBlu. Come sottolineava il card. Bassetti nell’udienza che all’inizio di maggio Papa Francesco ha concesso alla famiglia di Avvenire, “in un momento di repentine trasformazioni, queste tappe sono un richiamo a far sempre più nostre le indicazioni del Santo Padre a ricercare e promuovere una maggiore sinergia tra i nostri media, per una presenza qualificata e significativa, capace di informare e di formare”. Di questa volontà è segno il nuovo portale www.ceinews.it, online dallo scorso 10 maggio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa