Gerusalemme: Mogherini (Ue), stop alle violenze, “saggezza e coraggio” tornando “ai negoziati per una soluzione politica

(Bruxelles) “Gerusalemme è una città santa per ebrei, musulmani e cristiani. I legami del popolo ebraico con Gerusalemme sono inconfutabili e non devono essere negati. E lo stesso vale per i legami del popolo palestinese verso la città”. Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Ue per la politica estera, così si esprime su quanto sta accadendo a Gerusalemme (trasferimento ambasciata Usa) e a Gaza (scontri di piazza con quaranta morti). “Decine di palestinesi, compresi i bambini, sono stati uccisi e centinaia feriti dal fuoco israeliano oggi, durante le proteste vicino il confine a Gaza”, sottolinea Mogherini, la quale richiama la necessità che “tutti agiscano con la massima moderazione per evitare ulteriori perdite di vite umane”. Israele “rispetti il diritto alle proteste pacifiche e il principio dell’uso proporzionato della forza”; dal canto suo Hamas “e chi guida i cortei facciano in modo che siano non violenti, senza sfruttarli per altri fini”. Mogherini richiama i protagonisti politici di entrambe le parti a dar prova di “saggezza e coraggio” per “tornare ai negoziati per una soluzione politica, per il bene sia del popolo israeliano che di quello palestinese”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy