Salone del libro: Torino, presentato “Ripensare il futuro delle relazioni” (Lev-SpC) con i discorsi all’Europa di Papa Francesco

Si è svolta a Torino nel corso del Salone internazionale del libro la presentazione del volume “Ripensare il futuro dalle relazioni. Discorsi all’Europa”, edito da Libreria editrice vaticana – Segreteria per la Comunicazione, la nuova raccolta dei discorsi di Papa Francesco all’Europa e sull’Europa. La presentazione è a firma del segretario di Stato vaticano, card. Pietro Parolin. Ne hanno parlato mons. Lucio Adrian Ruiz, segretario della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede; Dario Antiseri, filosofo e docente presso la facoltà di Filosofia della Pontificia Università Antonianum di Roma; Luca Rolandi, giornalista di Vatican Insider. L’evento è stato coordinato da fra Giulio Cesareo, responsabile editoriale della Libreria editrice vaticana – Segreteria per la comunicazione. Nel corso dell’evento, mons. Lucio Adrian Ruiz, dopo un saluto introduttivo, ha sottolineato come “i valori su cui è edificata l’Europa siano fondati ed incentrati sulla religione cristiana”. Luca Rolandi ha sottolineato come “Papa Francesco creda nell’Europa e sulla sua tradizione incentrata sulla cultura e sui suoi valori”. Ha inoltre fatto riferimento ai padri costituenti e alla loro formazione cristiana e “all’importanza dell’umanesimo cristiano di cui essi erano e si facevano portavoce” per poi introdurre il tema “del vuoto dei valori e dell’Europa come famiglia dei Popoli”. Dario Antiseri ha sottolineato come il cristianesimo sia “la più grande rivoluzione di tutti i tempi: sin dalla sua nascita agisce nell’anima e nel cuore di ognuno di noi”. “Ha ripreso le origini greche e romane dell’Europa, tuttavia il cristianesimo appare come ciò che l’ha resa con i suoi valori e costumi. Viceversa, sganciata dalla fede cristiana, perderebbe inesorabilmente le sue conquiste di libertà e di attenzione e valorizzazione delle persone”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa