Notte europea della geografia: il 6 aprile un incontro su droni, territorio e paesaggio all’Università europea di Roma

In occasione della Notte europea della geografia 2018, il Greal (Geographic Research and Application Laboratory) dell’Università europea di Roma, ha organizzato per venerdì 6 aprile l’evento “I droni, il territorio, il paesaggio: descrivere gli spazi, raccontare i luoghi”. Appuntamento alle 16 nella sede dell’Ateneo (via degli Aldobrandeschi 190). L’evento vuole essere un’opportunità di incontro e divulgazione sulle nuove prospettive offerte dalla tecnologia. Indagine tecnica e racconto umanistico: sono queste due “anime” che, in mille sfaccettature di metodi e obiettivi, orientano ad una sempre migliore comprensione dell’ambiente, del territorio e del paesaggio. Geografi, ingegneri e professionisti condivideranno le loro esperienze in una serata a carattere divulgativo, fra presentazioni accademiche, testimonianze di lavoro e laboratori dimostrativi e didattici. L’evento sarà aperto dai saluti del rettore p. Pedro Barrajón; dell’ing. Carla Cappiello, presidente Ordine degli ingegneri Provincia di Roma; del prof. Gianluca Casagrande, direttore del Greal. L’incontro è composto da due sessioni parallele – “descrizione degli spazi” e “racconto dei luoghi” – tre laboratori e una mostra statica. Il primo laboratorio, organizzato dall’azienda FlyToDiscover, presenta i droni multi-rotori come piattaforme volanti per ripresa e osservazione di ambiente, paesaggio e territorio. Il secondo laboratorio, organizzato dal Greal in collaborazione con la cooperativa archeologica Poleis S.C.a r.l., è dedicato ad alcune tecnologie, complementari ai droni, utili all’elaborazione e rappresentazione di contenuti geografici. Il terzo laboratorio, organizzato dal Greal e dal Corso di laurea in Scienze della formazione primaria, è rivolto alle potenzialità di utilizzo dei droni nella didattica della geografia.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy