Diocesi: Padova, mercoledì 2 maggio veglia per il lavoro con i vescovi Cipolla e Santoro

“Libero, creativo, partecipativo, solidale. Il lavoro che vogliamo”. È questo il titolo e il messaggio che fa da filo conduttore della veglia diocesana per il lavoro, presieduta dal vescovo di Padova, mons. Claudio Cipolla. La veglia si svolgerà mercoledì 2 maggio, con inizio alle ore 18.30, all’interno di un’azienda del territorio: le Officine Facco & C. Spa, in via Venezia 30 a Campo San Martino (Pd).
Novità di quest’anno è proprio la collocazione della veglia non in un luogo liturgico, ma in un’azienda, luogo di lavoro e di vita. “È il segno di una Chiesa che va, che è presente là dove le persone lavorano, operano, producono, mettono a disposizione per sé e per gli altri le proprie capacità e competenze – sottolinea suor Francesca Fiorese, direttrice dell’Ufficio diocesano di pastorale sociale e del lavoro –. Andare nel luogo di lavoro è andare in quel luogo sacro del nostro quotidiano. È la Chiesa in uscita, è cercare di raccogliere le esperienze del territorio, delle vicende della vita, del contesto sociale e culturale in cui viviamo”.
Officine Facco Spa di Campo San Martino, che fabbrica impianti avicoli integrati per la produzione di uova e carne, occupa ora 900 addetti, di cui 600 dipendenti diretti che rappresentano 27 nazionalità differenti e 300 collaboratori a contratto, senza contare gli oltre 500 occupati nell’indotto, dove Facco coinvolge da anni circa 30 aziende venete in rapporti di fornitura e lavorazioni. Due anni fa ha subìto ingenti danni per un incendio che ha portato l’azienda a ripensare e realizzare nuovi spazi produttivi e direzionali, per dare il massimo benessere a chi dentro ci “vive” e non solo ci lavora.
Una seconda novità della veglia per il lavoro è la partecipazione e la condivisione di questo momento con i sindacati, le associazioni di categoria e le aggregazioni cooperative. Partecipano: Acli, Anmil, Confcommercio-Ascom Padova, Cisl Padova e Rovigo, Confcooperative Padova, Confartigianato Padova, Confindustria Padova, Enaip Veneto, Cgil Padova, Uil, Coldiretti Padova, Legacoop, Ucid Padova. Infine, terzo elemento che caratterizza la Veglia è la presenza accanto al vescovo di Padova, mons. Claudio Cipolla, di mons. Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto e presidente della Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro della Cei. Dopo la veglia, alle ore 21, mons. Filippo Santoro sarà a Padova, in sala Cardinal Callegari (via Curtatone e Montanara 4 – zona San Giuseppe) per un incontro di dialogo sul tema “Felici di lavorare”, organizzato da Associazione culturale Rosmini e Ufficio diocesano di pastorale sociale e del lavoro di Padova.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy