This content is available in English

Croazia: consacrato mons. Palic, nuovo vescovo di Hvar. “Solo il Signore rende fruttuosi i nostri sforzi”

Questa mattina nella gremita cattedrale San Stefano I, papa e martire a Hvar, è stato consacrato il nuovo vescovo di Hvar, Brac e Vis, mons. Petar Palic, finora segretario generale della Conferenza episcopale croata. La celebrazione è stata presieduta da mons. Zelimir Puljic, presidente dei vescovi croati, mentre gli altri due consacranti erano il vescovo uscente di Hvar, mons. Slobodan Stambuk e il vescovo di Dubrovnik Mate Uznic. All’evento, trasmesso in diretta dalla televisione nazionale croata, hanno assistito 40 vescovi, tra cui il nunzio apostolico a Zagabria, mons. Giuseppe Pinto, e il cardinale arcivescovo di Sarajevo Vinko Puljic, 200 sacerdoti, rappresentanti delle autorità e molti fedeli giunti da tutta la Croazia.
“I vescovi sono chiamati a essere padri fedeli e saggi e custodi della famiglia diocesana”, ha detto nella sua omelia mons. Puljic, presidente della Conferenza episcopale croata. Il neo vescovo, mons. Palic, ha salutato la sua diocesi e tutti i presenti dicendo: “Quando si lavora nel nome del Signore, è Lui che rende fruttuosi i nostri sforzi”. Ed ha aggiunto: “Viviamo in tempo di grandi sfide e incertezze ma anche nei giorni degli apostoli era così, per questo solo la presenza di Gesù, fuori da ogni logica umana, rende l’annuncio del Vangelo credibile”. La diocesi di Hvar, una delle isole dalmate, comprende anche le isole Brac e Vis e conta circa 23mila fedeli; le sue origini risalgono al 1145.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy