Finanze vaticane: Rapporto Aif 2017, consolidamento e normalizzazione delle attività istituzionali

Un sistema di segnalazione solido e un quadro regolamentare efficace: è quanto emerge dal Rapporto annuale 2017 dell’Autorità di informazione finanziaria (Aif) della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano, presentato oggi in sala stampa vaticana da René Brülhart e Tommaso Di Ruzza, rispettivamente presidente e direttore dell’Aif. Il rapporto illustra l’attività di informazione finanziaria e di vigilanza, sia in ambito prudenziale, sia per la prevenzione e il contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo, svolta nel 2017 dall’Aif, e le relative statistiche. “Il 2017 – si legge nel comunicato diffuso dall’organismo della Santa Sede – ha confermato un solido sistema di segnalazione ed efficace attuazione del quadro regolamentare della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano. Inoltre, l’Aif ha mantenuto un approccio propositivo nella collaborazione e scambio di informazioni con le sue controparti estere nella lotta contro gli illeciti finanziari. “Il 2017 – afferma il presidente René Brülhart – è stato un anno di consolidamento e normalizzazione delle attività istituzionali. Consolidamento delle misure adottate per stabilire un quadro regolamentare efficace e una sua piena e sostenibile attuazione. Normalizzazione del sistema di segnalazione, che si può reputare solido”.

L’Autorità di informazione finanziaria è l’Autorità competente della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano per la vigilanza e l’intelligence finanziaria in materia di prevenzione e contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo, nonché per la vigilanza prudenziale. Istituita da Papa Benedetto XVI con la Lettera Apostolica in forma di Motu Proprio del 30 dicembre 2010, l’Aif svolge le proprie attività istituzionali sulla base del nuovo Statuto promulgato da Papa Francesco con Motu Proprio del 15 novembre 2013 e della Legge n. XVIII dell’8 ottobre 2013. L’Aif ha siglato Protocolli d’intesa con Autorità di vigilanza e Unità di Informazione Finanziaria (Uif) di Albania, Andorra, Argentina, Armenia, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Capo Verde, Cile, Cipro, Colombia, Cuba, Ecuador, Estonia, Francia, Germania, Ghana, Gibilterra, Guernsey, India, Isola di Man, Italia, Jersey, Lettonia, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, Moldavia, Monaco, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Panama, Paraguay, Perù, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Romania, Russia, San Marino, Slovenia, Spagna, Stati Uniti d’America, Sud Africa, Svizzera, Taiwan (Repubblica di Cina), Ungheria. L’Aif è membro del Gruppo Egmont dal 2013.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori