This content is available in English

Papa Francesco: appello per “inclusione finanziaria” a favore dei poveri. Nuovo appello per Alfie Evans e Vincent Lambert: “L’unico padrone della vita dall’inizio alla fine naturale è Dio”

foto SIR/Marco Calvarese

Un doppio appello: per l'”inclusione finanziaria” a favore dei poveri e per ribadire che “nostro dovere è fare del tutto per custodire la vita”, specialmente quella del piccolo Alfie Evans e di Vincent Lambert. A rivolgerli è stato oggi il Papa, subito prima dei saluti in lingua italiana che come di consueto concludono l’udienza del mercoledì. “Incoraggio gli sforzi che, mediante l’inclusione finanziaria, cercano di promuovere la vita dei più poveri, favorendo un autentico sviluppo integrale e rispettoso della dignità umana”, le parole del Papa riferite alle riunioni primaverili della Banca Mondiale, in programma sabato prossimo a Washington. “Attiro l’attenzione di nuovo su Vincent Lambert e sul piccolo Alfie Evans”, ha poi proseguito Francesco rivolgendo fuori testo un altro appello, che fa seguito a quello lanciato al termine del Regina Coeli di domenica scorsa: “Vorrei ribadire e fortemente confermare che l’unico padrone della vita dall’inizio alla fine naturale è Dio, e che il nostro dovere è fare del tutto per custodire la vita”. “Pensiamo in silenzio e preghiamo perché sia rispettata la vita di tutte le persone, specialmente di questi due fratelli nostri”, l’invito del Papa ai 17mila in piazza: “Preghiamo in silenzio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia