Chiesa: mons. Galantino, “spesso si perde tempo in beghe, cogliere l’opportunità per una testimonianza credibile”

“Molte volte, la Chiesa, per la responsabilità di tutti, perde tempo in diatribe tra conservatori e progressisti o in beghe sulle parole e sui vestiti che stanno occupando alcune frange”. A denunciarlo è mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, che si è chiesto cosa “possa interessare questo ai giovani e agli adulti in ricerca”. “Liberiamoci e troviamo la capacità di andare oltre, di cogliere l’opportunità per una testimonianza credibile”, è stato invece l’invito di mons. Galantino che questa mattina ha celebrato la messa per i responsabili diocesani e regionali della pastorale della scuola e dell’Irc, riuniti a Roma per il loro Convegno nazionale. “La vita è fatta di capacità di osare, di mettere in crisi quegli schemi in cui ci arrotoliamo”, ha sottolineato il vescovo ricordando che “la libertà che ci viene dal sapere di avere la compagnia e la vicinanza del Risorto ci aiuta a vivere in modo coerente e credibile”. “Quando smettiamo di lamentarci, di gettare sulle spalle di Dio la colpa dei nostri fallimenti, anche le esperienze faticose possono essere l’inizio di una vita nuova”, ha spiegato mons. Galantino indicando l’esempio della prima comunità cristiana che “non scarica la colpa su Dio, non fa analisi sofisticate, non si sente presa in giro come il popolo di Israele, ma nella vita faticosa di ogni giorno si ingegna per annunciare la Parola lì dove gli eventi l’ha spinta, senza cercare altri luoghi, altre situazioni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy