Papa a Corviale: omelia Messa, “il peccato invecchia, Gesù ci ringiovanisce”

“Noi siamo abituati a invecchiare con il peccato… Il peccato invecchia il cuore, sempre. Ti fa un cuore duro, vecchio, stanco”. Lo ha detto ieri il Papa, nell’omelia pronunciata a braccio durante la messa che ha concluso la sua visita alla parrocchia di San Paolo della Croce a Corviale. “Il peccato stanca il cuore e perdiamo un po’ la fede in Cristo Risorto”, ha proseguito Francesco: “Il peccato ci invecchia, ma Gesù, risorto, vivo, ci rinnova. Questa è la forza di Gesù risorto. Quando noi ci accostiamo al sacramento della penitenza è per essere rinnovati, per ringiovanire. E questo lo fa Gesù risorto. È Gesù risorto che oggi è in mezzo a noi: sarà qui sull’altare; è nella Parola… E sull’altare sarà così: risorto! È Cristo che vuole difenderci, l’Avvocato, quando noi abbiamo peccato, per ringiovanirci”. “Chiediamo la grazia di credere che Cristo è vivo, è risorto!”, l’appello finale: “Questa è la nostra fede, e se noi crediamo a questo, le altre cose sono secondarie. Questa è la nostra vita, questa è la nostra vera gioventù. La vittoria di Cristo sulla morte, la vittoria di Cristo sul peccato. Cristo è vivo. Chiediamo al Signore la grazia che la gioia non ci impedisca di credere, la grazia di toccare Gesù risorto: toccarlo nell’incontro mediante la preghiera; nell’incontro mediante i sacramenti; nell’incontro con il suo perdono che è la rinnovata giovinezza della Chiesa; nell’incontro con gli ammalati, quando andiamo a trovarli, con i carcerati, con quelli che sono i più bisognosi, con i bambini, con gli anziani”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa