Pace: Pax Christi alla vigilia dell’assemblea a Molfetta, “no all’uso di basi militari in Italia per bombardamenti in Siria”

“Non possiamo certo acconsentire all’uso di basi militari in Italia per i bombardamenti in Siria. Non possiamo rassegnarci alla follia della guerra. Proprio in questi giorni a 55 anni dalla Pacem in Terris, in cui Giovanni XXIII definisce la guerra ‘alienum a ratione’. Rinnoviamo il nostro no alla guerra: avventura senza ritorno, inutile strage”. Lo afferma oggi Pax Christi-Italia, alla vigilia dell’assemblea nazionale che si terrà a Molfetta, a partire dalla celebrazione eucaristica di Papa Francesco nella città di don Tonino Bello, nel giorno della sua morte, il 20 aprile. Il 21 aprile (dalle ore 9 alle 18) presso il seminario regionale, si discuterà su “Le radici dei sogni diurni”: dalla profezia alla prassi sulle orme di don Tonino. Si parlerà di disarmo in relazione alla Chiesa, alla cultura, alla politica, alla società. Tra i relatori, mons. Giovanni Ricchiuti, presidente di Pax Christi Italia, vescovo di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti. Alle 21, sempre presso il seminario regionale, andranno in scena Enrico Messina e Mirko Lodedo con lo spettacolo “Croce e fisarmonica”, regia di Carlo Bruni. La rivista “Mosaico di pace” accompagnerà questo evento. Nel dossier, intitolato “Don Tonino nei passi di Francesco” offrono le loro riflessioni: Tonio Dell’Olio, Giuliana Martirani, Massimo Aprile, mons. Luigi Bettazzi, Sergio Paronetto, Nicoletta Dentico, Salvatore Leopizzi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy