Solidarietà: Università Cattolica Milano, un concerto con Enzo Avitabile per finanziare progetti a favore dei bambini siriani

Lunedì 16 aprile a Milano il concerto “Il cielo è di tutti II edizione. Enzo Avitabile in Acoustic World”: è l’Università Cattolica a promuovere la musica come messaggio sociale in una serata di solidarietà condivisa con la partecipazione del musicista e compositore Enzo Avitabile. L’appuntamento è presso l’auditorium Fondazione Cariplo di Milano in largo Gustav Mahler, alle ore 20.30. Un evento unico che sarà preceduto da una lezione tenuta da Avitabile, la mattina del 16 aprile alle ore 9.45, nella sede milanese dell’Università Cattolica (Largo Gemelli – Aula Bontadini) dal titolo “Enzo Avitabile Music Life. La musica come messaggio sociale”. Introduce la lezione Gianni Sibilla, direttore didattico del master in “Comunicazione musicale” dell’Alta Scuola in media, comunicazione e spettacolo (Almed). Durante il concerto, ad accompagnare questo viaggio musicale nel mondo sarà il giornalista Michele Monina.
L’intera iniziativa è promossa dall’Associazione Francesco Realmonte onlus e dalla Fondazione Casa dello Spirito e delle Arti, in collaborazione con l’Università Cattolica e con Focsiv Humanity ed è dedicata al sostegno di progetti a tutela dell’infanzia in contesti di guerra e di grave vulnerabilità. I beneficiari degli interventi sono 800 minori in fuga dalla guerra in Siria, rifugiati in Libano e Kurdistan, presso il “Centro del Collegio Maristi Notre Dame de Fatima di Rmyleh” e nel “Monastero Deir Maryam” a Sulaymanya. “Con il ricavato del concerto – si legge in una nota – sarà possibile sostenere gli interventi educativi in favore dei bambini, per la ripresa di un percorso di crescita sano e positivo, dopo la guerra; sarà possibile utilizzare queste risorse per formare i social worker, che operano sul territorio kurdo e libanese, alla cultura della resilienza” sviluppando sempre più a fondo la metodologia studiata da “RiRes – Unità di ricerca sulla resilienza” dell’Università Cattolica a Milano. Nella stessa ottica, sul territorio di Milano, informa la nota, “verranno sostenuti i giovani vittime di migrazione forzata che si trovano a vivere in contesti di povertà ed esclusione sociale, a cui le Associazioni promotrici si dedicano da anni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy