This content is available in English

Regno Unito: la mamma di Alfie Evans su Facebook, “triste che qualcuno possa dirti dove e quando tuo figlio morirà”

“Quanto è triste che qualcuno possa dirti dove e quando tuo figlio morirà”, scrive stamane Kate James, la mamma del piccolo Alfie Evans, sul suo profilo Facebook. Ieri la Corte suprema aveva deciso “una data e un’ora in cui saranno tolti ad Alfie Evans i sostegni vitali”, aveva comunicato l’ospedale pediatrico di Liverpool dove si trova il piccolo, affetto da una grave malattia degenerativa, chiedendo “rispetto per la privacy della famiglia” e aggiungendo che non avrebbe più diramato alcun ulteriore commento. La mamma nel suo post di stamane ha lamentato: “Nessun piano di cura adeguato e nessun rispetto per noi come famiglia! Nessuna privacy o niente!”. E ancora: “Conosco la data e l’ora in cui mio figlio morirà e non abbiamo nemmeno avuto il tempo come famiglia per misurarci con questo”. Kate James dice che adesso contano le ore e “ogni ora sembra un minuto”, mentre ringrazia tutti “per il vostro sostegno in tutto questo e per i vostri messaggi gentili”. La triste vicenda del piccolo Alfie Evans si va ad aggiungere a quella di altri due bambini inglesi, Isaiah Haastrup e Charlie Gard, a cui sono stati sospesi i trattamenti di mantenimento in vita per volontà dei medici e il consenso dei tribunali inglesi e della Corte europea di Strasburgo, ma contro la volontà dei genitori.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy