This content is available in English

Islanda: Reykjavík, incontro internazionale sul tema della circoncisione e della libertà di religione

Un incontro dal respiro internazionale si terrà a Reykjavík il prossimo 17 aprile per discutere di circoncisione. Organizzato dal Forum interreligioso in Islanda, gruppo informale di 17 organizzazioni registrate per la promozione del dialogo, l’incontro vuole discutere di una questione che “è diventata molto controversa”, spiegano gli organizzatori, “dopo che 7 membri del parlamento islandese hanno presentato di recente una proposta di legge che criminalizza la circoncisione dei ragazzi con la pena fino a sei anni di reclusione”. L’obiettivo dell’incontro è dare “l’opportunità di ascoltarsi reciprocamente ed esprimere pubblicamente le proprie opinioni e preoccupazioni nel debito rispetto dei diritti umani e della libertà di religione”. Nel nutrito elenco dei relatori figura Ólafur Þór Gunnarsson, parlamentare islandese cofirmatario del progetto di legge, Salvör Nordal, ombudsman per l’infanzia in Islanda, diversi esponenti delle comunità ebraiche in Europa, tra cui il rabbi Moché Lewin, vicepresidente della conferenza europea dei rabbini, rappresentanti delle comunità musulmane, tra cui l’imam Ahmad Seddeeq, del Centro culturale islamico d’Islanda, medici di diversa provenienza, il segretario generale della Conferenza delle Chiese europee (Cec) Heikki Huttunen e il segretario generale del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa (Ccee), Duarte da Cunha. A moderare l’incontro Margrét Steinarsdóttir, responsabile del centro islandese per i diritti umani.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy