Famiglie disagiate: Roma, sabato al via per le celebrazioni per il ventennale di “Salvamamme”

Sabato 14 aprile due eventi daranno il via alle celebrazioni per il ventennale della fondazione di Salvamamme, associazione che si occupa di aiutare le famiglie in condizioni di disagio e le donne in fuga vittime di violenza. Il primo evento avrà inizio alle 11, nella sede di Via Bernardino Ramazzini 15, all’interno di Croce Rossa, con la quale l’associazione collabora da anni con il Family Support Centre avviato insieme alla referente Cri Angela Leonetti. Porteranno un saluto Debora Diodati, presidente Croce rossa italiana area metropolitana di Roma Capitale, mons. Augusto Paolo Lojudice, vescovo ausiliare di Roma per il settore Sud, e Barbara De Rossi, presidente onorario Salvamamme. Tra gli ospiti i principi Carlo di Borbone delle Due Sicilie, la sorella Beatrice, le figlie Maria Carolina e Maria Chiara, e Camilla che sarà nominata ambasciatrice del Salvamamme nel mondo. Carlo di Borbone, che presiede il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, ha voluto sostenere concretamente due iniziative di Salvamamme, “La Valigia di Salvataggio” e il progetto “Nursery in Rete 2.0 & i bambini crescono”.
Per il successo di questa seconda iniziativa, vincitrice dell’avviso pubblico della Regione Lazio su “interventi per il contrasto delle povertà estreme e della marginalità sociale”, “i festeggiamenti – si legge in una nota – si sono raddoppiati e, a partire dalle 10.40, sarà messa gratuitamente a disposizione per 100 famiglie, che hanno aderito al progetto, una speciale ‘carta moneta’ dell’Associazione tramite la quale potranno comporre a proprio gusto, serviti come veri ‘clienti’ da commesse e commessi d’eccezione, un corredino per sé e i loro piccini con i capi più belli e nuovi”. Saranno presenti, tra gli altri, Grazia Passeri, presidente Salvamamme, e Pietro Giulio Mariani, direttore Cri comitato area metropolitana di Roma Capitale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy