Diocesi: Padova, dal 15 aprile riapre l’Oratorio antoniano di S. Maria del Pianto detto dei Colombini

Dalle 17.30 di domenica 15 aprile riaprirà al pubblico anche per quest’anno, a Padova, l’antico Oratorio antoniano di S. Maria del Pianto detto dei Colombini. Ne dà notizia, in una nota, l’Arciconfraternita di sant’Antonio di Padova. “Le aperture dello scorso anno – spiegano – nel contesto del Giugno antoniano, dopo il lavoro di ripristino operato dall’Arciconfraternita del Santo con il consenso della Famiglia Papafava de Carraresi, sono state un successo con circa 800-1000 visitatori”. Per domenica 15 aprile è in programma la prima di una serie di aperture straordinarie, che si snoderanno nei prossimi mesi di maggio e giugno, alle quali probabilmente se ne aggiungeranno altre in collaborazione con la Delegazione provinciale del Fai. “Uno degli scopi di queste aperture – prosegue la nota – è porre rimedio ad un recente crollo parziale del soffitto dell’andito di ingresso. Il crollo non rende impraticabile la visita ma certamente necessita di essere riparato con celerità”. Per questo, “ci auguriamo che la conoscenza dei luoghi susciti numerosi benefattori, che per il tramite dell’Arciconfraternita vogliano offrire un contributo per questo intervento urgente di restauro a salvaguardia del sito”, proseguono dall’Arciconfraternita, aggiungendo che “i visitatori, lasciando una libera offerta, potranno portare con se a mo’ di souvenir una bottiglina con l’acqua limpida e fresca del pozzo del miracolo del breviario”. Alle 18.30, padre Andrea Vaona, cappellano dell’Arciconfraternita del Santo, presiederà la celebrazione eucaristica.
Le successive aperture straordinarie sono previste, a maggio, nelle serate che vanno da lunedì 28 a giovedì 31 maggio, per una breve visita guidata e la recita del Rosario. Nei sabati di giugno, invece, apertura mattutina e pomeridiana.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy