Diocesi: mons. Spina (Ancona-Osimo) presenta “Le giornate dell’anima”, “aiutiamo i giovani a far sì che il digitale non crei disagio e dipendenza”

“C’è bisogno di incontrarsi per pensare e il nostro pensiero deve essere rivolto ai giovani per creare un rapporto con loro. Viviamo in un mondo nuovo dove il digitale, che per noi è una protesi, per i giovani è una realtà. Qualcuno li definisce nativi digitali. In questo mondo dobbiamo aiutarli a far sì che il digitale non crei disagio e dipendenza”. Così mons. Angelo Spina, vescovo di Ancona-Osimo, ha presentato la sesta edizione de “Le giornate dell’anima” promossa dall’arcidiocesi dal 19 aprile al 1° giugno. Sei incontri con personalità del mondo della cultura che prenderanno in considerazione l’anima da diversi punti di vista (filosofico, pedagogico, psicologico, antropologico, etico e teologico) e secondo diverse tematiche (educativo, affettivo, ambientale, mediale, generazionale e sociale). La manifestazione sarà inaugurata giovedì 19 aprile, alle ore 17.30, al Ridotto del Teatro delle Muse di Ancona da Vittorio Possenti dell’Università di Venezia. Altri appuntamenti in programma: giovedì 3 maggio all’ex Cinema comunale di Castelfidardo, giovedì 10 maggio al Cinema Excelsior di Falconara Marittima, venerdì 18 maggio nell’Aula magna di Ateneo ad Ancona, giovedì 24 maggio nell’Auditorium di Camerano, venerdì 1° giugno nella Sala San Francesco di Osimo. Alla rassegna collaborano con l’arcidiocesi di Ancona-Osimo i Comuni di Ancona, Osimo, Castelfidardo, Camerano e Falconara Marittima, l’Università Politecnica delle Marche, l’Istituto superiore di scienze religiose “Lumen gentium” di Ancona, la Sezione provinciale di Ancona della Società Filosofica Italiana, l’Ordine Frati minori conventuali di Osimo e la Delegazione regionale del Movimento ecclesiale di impegno culturale delle Marche.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy