Carceri: Pontificia Università Lateranense, siglata convenzione per agevolare il conseguimento di una laurea in giurisprudenza da parte di detenuti nel Lazio

“Agevolare il conseguimento di un titolo accademico da parte dei detenuti, attraverso attività di tutoraggio, e dando loro la possibilità di acquisire le competenze necessarie per ottenere la laurea magistrale in Giurisprudenza”. È lo scopo della convenzione – che riguarda i detenuti negli Istituti Penitenziari del Lazio – sottoscritta oggi tra il Dipartimento per l’Amministrazione penitenziaria per il Lazio, Abruzzo e Molise e la Pontificia Università Lateranense o. A firmarla sono stati il provveditore regionale dell’Amministrazione penitenziaria, Cinzia Calandrino, e il rettore magnifico della Lateranense, mons. Enrico dal Covolo. Commentando l’accordo, il vescovo ha ricordato che questo “acquista un rilievo speciale nel contesto di una cultura e di una pastorale rinnovate dal Giubileo straordinario della Misericordia e dal magistero di Papa Francesco. L’Università della diocesi di Roma vuole dare così un segnale forte di prossimità ai meno fortunati di questa società”. “Cosi – si legge in una nota – anche in linea con l’art. 17 dell’Ordinamento penitenziario, che prevede la partecipazione delle istituzioni esterne all’azione rieducativa dei condannati, la Pontificia Università Lateranense favorirà l’interazione tra i suoi docenti e gli studenti detenuti negli istituti penitenziari organizzando apposite attività formative e di tutoraggio”. Anche gli studenti dell’Ateneo della diocesi di Roma potranno svolgere tirocini presso strutture indicate dall’Amministrazione penitenziaria che, da parte sua, si impegna a fornire gli spazi didattici necessari per lo svolgimento delle attività accademiche. Previsti, inoltre, momenti di attività formativa e di aggiornamento che coinvolgeranno dirigenti penitenziari, funzionari dell’area educativa e personale di polizia penitenziaria.
“Con il concorso delle parti impegnate – conclude la nota – nel progetto potranno essere attivate borse di studio e di ricerca per i detenuti e, inoltre, la Pontificia Università Lateranense cercherà di adottare provvedimenti destinati a esonerare gli studenti detenuti dal pagamento di tasse e contributi universitari”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy