Siria: Gentiloni, “l’uso di armi chimiche non può essere in alcun modo tollerato”

“In Siria la tragedia sembra non finire mai. Dobbiamo dire chiaramente che l’uso di armi chimiche da parte del regime di Assad non può essere in alcun modo tollerato. Le immagini di bambini intossicati non devono lasciarci indifferenti”. Lo ha detto, questo pomeriggio, a Roma, il presidente del Consiglio dimissionario, Paolo Gentiloni, intervenendo a una conferenza di Medici con l’Africa Cuamm. Parlando dei recenti attacchi in Siria, il premier ha aggiunto che “per una soluzione di lungo periodo alla crisi serve un lavoro per la pace”. La soluzione auspicata è quella di un impegno in “tavoli negoziali”. “In Siria dobbiamo scommettere sulla pace”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy