Papa Francesco: messa di Pasqua, “il nostro Dio è il Dio delle sorprese”

La sorpresa, la fretta e la domanda: “E io”? Su questi punti si è articolata l’omelia del Papa per la messa di Pasqua celebrata sul sagrato della basilica di San Pietro e pronunciata interamente a braccio. “Primo, l’annuncio”, ha detto Francesco: “Li c’è un annuncio: il Signore è risorto. Quegli anni lì, nei primi tempi cristiani, andava di bocca in bocca, era il saluto: il Signore è risorto. E le donne sono andate lì per ungere il corpo del Signore e si sono trovate davanti una sorpresa”. “Gli annunci di Dio sono sempre sorprese”, ha spiegato il Papa, “perché il nostro Dio è il Dio delle sorprese. E sempre c’è una sorpresa dietro l’altra. Dio non sa fare un annuncio senza sorprenderci. E la sorpresa è quello che ti commuove il cuore, che ti tocca lì dove non te l’aspetti. Per dirla col linguaggio dei giovani, è un colpo basso: tu non te l’aspetti, e ti commuove”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy