Papa Francesco: liturgia penitenziale, “l’amore di Dio non conosce limiti, confini, ostacoli”, “va oltre qualsiasi peccato”

“L’amore di Dio è tale da averci fatto diventare suoi figli, e quando lo potremo vedere faccia a faccia scopriremo ancora di più la grandezza di questo suo amore”. Ad assicurarlo è stato il Papa, che presiede questo pomeriggio, nella basilica di San Pietro, il rito per la Riconciliazione di più penitenti con la confessione e l’assoluzione individuale. “L’amore di Dio – ha spiegato Francesco sulla scorta del Vangelo di Giovanni – è sempre più grande di quanto possiamo immaginare, e si estende perfino oltre qualsiasi peccato la nostra coscienza possa rimproverarci”. “È un amore che non conosce limiti ed è privo di confini”, ha precisato il Papa: “Non possiede quegli ostacoli che noi, al contrario, siamo soliti porre davanti a una persona, per la paura che venga a privarci della nostra libertà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy