24 ore per il Signore: mons. Seccia (Lecce), “questo è il tempo giusto per rinascere”

Sull’esempio di Nicodemo, “anche noi dovremmo, ripensando alla nostra vita, ripercorrere i deserti, le solitudini, la sofferenza e individuare il momento preciso nel quale è iniziata la nostra ricerca e la nostra conoscenza del Signore. Se ciò non fosse mai accaduto, questo è il tempo giusto per rinascere. E anche se il peccato frena la nostra voglia di risalire la china, sappiamo bene che Dio non ci lascia mai soli”. Lo ha affermato questa sera l’arcivescovo di Lecce, mons. Michele Seccia, nel corso della Lectio divina che ha presieduto nella chiesa di san Lazzaro nell’ambito della “24 ore per il Signore”. Nella sua riflessione, mons. Seccia ha osservato che “è una figura quella di Nicodemo che si pone come modello nel cammino quaresimale”. In una nota, l’arcidiocesi di Lecce informa che c’è stata grande partecipazione fin dalle prime ore alla “maratona di preghiera” in svolgimento fino alle 17 di domani con il canto dei primi vespri della quarta domenica di Quaresima. Nella lunga “non-stop” a san Lazzaro si alterneranno senza sosta i gruppi, i movimenti, le associazioni e le parrocchie. Dalle 21 alle 22 l’arcivescovo guiderà la preghiera dei giovani. Per tutta la notte, poi, numerosi sacerdoti saranno a disposizione per le confessioni. Nella giornata di domani, alle 16 mons. Seccia parteciperà all’adorazione dei bambini e dei ragazzi e alle 17 concluderà la giornata di preghiera e penitenza con la benedizione eucaristica. Su www.parrocchiasanlazzarolecce.it è possibile seguire la “24 ore per il Signore” in diretta streaming.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori