Terra Santa: mons. Girelli (nunzio) in visita alla parrocchia latina della Striscia di Gaza

Una visita per portare il “conforto di Papa Francesco”. È durata tre giorni (dal 25 febbraio) la visita di mons. Leopoldo Girelli, alla comunità cristiana di Gaza, la prima dalla sua nomina a delegato apostolico di Gerusalemme e Palestina e nunzio apostolico di Israele e Cipro. Ad accoglierlo al check point di Beit Hanoun il parroco latino, padre Mario Silva, con i suoi collaboratori. Tappa principale è stata la parrocchia latina della Sacra Famiglia, di cui fanno parte circa 140 cattolici, dove il vescovo ha celebrato la messa. Al centro dell’omelia, secondo quanto riferito dal Christian Media center, tre figure bibliche, “rappresentazione delle tre dimensioni principali della Chiesa: Pietro, il primo Papa, simboleggia l’unità; Giacomo, il primo vescovo di Gerusalemme, testimonia il martirio e Giovanni, il prediletto di Gesù, racconta la sua divinità”. Dopo la messa il delegato apostolico “ha avuto la possibilità di dialogare con la piccola comunità, condividendo le loro sofferenze e fatiche: dall’interruzione della corrente alla disoccupazione e all’emigrazione forzata; e portando loro il conforto di Papa Francesco”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy