Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Nelle urne trionfa il M5S, exploit della Lega, crolla il Pd. Agli Oscar, successo per “La forma dell’acqua”

(Foto: AFP/SIR)

Elezioni: M5S primo partito con oltre il 30%, la Lega supera Forza Italia mentre crolla il Pd. Affluenza al 73%

È ancora in corso in diverse sezioni elettorali lo spoglio delle schede per il rinnovo del Parlamento italiano. Ciò nonostante, come già anticipato da exit poll e prime proiezioni, è già chiaro il trionfo del Movimento 5 Stelle, ancora il partito più votato in Italia come successo 5 anni fa, questa volta però con una percentuale che va oltre il 30% sia alla Camera dei deputati che al Senato della Repubblica. Prima coalizione (intorno al 37%) è quella del centrodestra, dove la Lega (18%) supera nettamente Forza Italia (14%). Crollo per il Partito democratico che non raggiunge il 20% mentre supera lo sbarramento Liberi e Uguali (poco oltre il 3%). Ha tenuto, invece, l’affluenza alle urne: ieri, nelle oltre 61.401 sezioni si è recato a votare il 72,91% degli aventi diritto, poco meno del 2,3% rispetto al 2013. In Lazio e Lombardia, dove si è votato anche per le elezioni regionali, lo spoglio – laddove già terminato per Senato e Camera – riprenderà alle 15 per determinare presidente e consiglio regionale. Caos, invece, per lo scrutinio a Castelnuovo di Porto nel centro polifunzionale della Protezione Civile in cui hanno sede i 700 seggi che compongono il Collegio per l’Estero: presidenti e scrutatori sono stati reclutati fra i dipendenti del Comune di Roma dopo che molti tra quelli designati avevano abbandonato o non si sono neppure presentati per i disagi a raggiungere la località.

Siria: per Assad l’offensiva militare nella Ghouta orientale “deve continuare”. Oggi convoglio di aiuti umanitari diretto a Duma

L’offensiva militare in corso contro l’enclave ribelle nella Ghouta orientale “deve continuare”. Lo ha dichiarato ieri il presidente siriano Bashar Al Assad, nonostante i numerosi appelli alla tregua e al rispetto del cessate il fuoco per consentire l’accesso degli aiuti umanitari alla popolazione civile assediata. Nelle ultime due settimane, infatti, non sono cessati bombardamenti e colpi d’artiglieria causando la morte di oltre 650 civili, di cui molti bambini. Parlando alla tv pubblica, il presidente siriano ha sostenuto che “l’operazione contro il terrorismo deve proseguire”. Intanto l’Ocha, l’Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari delle Nazioni Unite, ha comunicato che nella giornata di oggi un convoglio di 46 camion, con a bordo aiuti medici e alimentari per 70mila persone, entrerà nella regione alle porte di Duma, la capitale della Ghouta orientale.

Brexit: May (Regno Unito), “giusto accordo per noi lo sarà anche per l’Ue”

Rispetto alla trattativa per il Brexit, “il giusto accordo per noi lo sarà anche per l’Unione europea, e sarà l’accordo giusto per il nostro popolo”. A dichiararlo è stata il premier britannico Theresa May. In un’intervista alla Bbc, la May ha invitato Bruxelles ad esaminare con attenzione “l’ambizioso ma fattibile” progetto di intesa sulla Brexit presentato venerdì. Una risposta indiretta alla richiesta di “accelerare il ritmo” dei negoziati arrivata la scorsa settimana scorsa dal capo negoziatore dell’Ue, Michel Barnier. La premier britannica si è detta “fiduciosa”, perché “l’Ue stessa ha affermato di volere una relazione ad ampio raggio con noi in futuro e sono fiduciosa perché che, come sapete, ho fissato cinque obiettivi ben precisi, importanti, se guardiamo al nostro futuro di prosperità e sicurezza nel Regno Unito e negli altri 27 Paesi”. Nell’intervista, May ha elencato alcune “realtà” conseguenti al Brexit, quali, ad esempio, le mutate condizioni di accesso al mercato unico. Ma ha parlato anche della possibilità di una stretta cooperazione in molti settori e della permanenza all’interno delle Agenzie europee che coordinano i settori dei farmaci, dei prodotti chimici e dell’industria aeronautica e spaziale.

Cinema: agli Oscar è “La forma dell’acqua” il miglior film

Successo nella notte degli Oscar per “The shape of water” (“La forma dell’acqua”): per la pellicola di Guillermo Del Toro si è infatti aggiudicata la statuetta come miglior film oltre ai riconoscimenti per il miglior regista, miglior colonna sonora originale e miglior scenografia. Del Toro ha dedicato il successo ai giovani registi in tutto il mondo e al la voglia di sognare e crederci. Le statuette per la miglior attrice protagonista è andata a Frances McDormand per “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”, mentre quella per il miglior attore protagonista a Gary Oldman per “L’ora più buia”. Nella 90ª notte degli Oscar c’è stata soddisfazione anche per l’Italia: il film di Luca Guadagnino, “Chiamami col tuo nome”, ha vinto la statuetta per la migliore sceneggiatura non originale firmata da James Ivory.

Cronaca: Pontedera, uccide la moglie e poi si toglie la vita

Omicidio suicidio ieri pomeriggio a Pontedera (Pi). Secondo una prima ipotesi su quanto successo, approfittando dell’assenza della figlia e della badante, un 97enne ha ucciso la moglie 86enne, con problemi di salute, ferendola alla gola con un cacciavite. Poi si è tolto la vita, gettandosi dal balcone della loro abitazione al terzo piano. Nonostante l’allarme sia scattato immediatamente per l’intervento di alcuni passanti e il tempestivo arrivo del 118 che hanno trasferito i coniugi all’ospedale di Cisanello, per i due anziani non c’è stato nulla da fare. Troppo gravi le ferite. Ad aprire la porta di casa e a scoprire la donna gravemente ferita è stata una parente, entrata insieme ai vigili del fuoco.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy