Chiese europee: Romania, al via da oggi l’assemblea generale dei superiori maggiori

Il monastero dei Carmelitani Scalzi di Snagov (Romania) accoglierà da oggi fino al 10 marzo la diciottesima assemblea generale dell’Ucesm, l’Unione delle Conferenze europee dei e delle superiori maggiori, che raggruppa 39 Conferenze nazionali in rappresentanza dei superiori e delle superiore di Istituti religiosi apostolici di 28 paesi europei, cioè circa 250.000 tra religiosi e religiose. Al centro dell’incontro, dal titolo “Allarga lo spazio della tua tenda” (Is 54,2), le problematiche attuali della migrazione e dell’integrazione in Europa, tanto nelle comunità religiose quanto nella società. La celebrazione eucaristica di apertura dell’assemblea generale sarà presieduta da mons. Giovanni Peragine, ex-presidente dell’Ucesm e da settembre scorso vescovo dell’Amministrazione apostolica dell’Albania meridionale e vicepresidente della Conferenza episcopale albanese. “Le ultime crisi che hanno investito il vecchio continente – dichiara mons. Peragine -, dall’economia all’emergenza-profughi, hanno risvegliato sentimenti e forze di stampo populista e xenofobo, contrarie al processo di integrazione. Vi sono poi le migrazioni di massa inasprite dai fatti di terrorismo e la convinzione che i confini si difendano solo chiudendoli con il rischio di far precipitare l’Europa nuovamente nel vortice dei nazionalismi”. “Di fronte a questi fenomeni è necessaria la stretta comunione nel segno della solidarietà – sottolinea il presule -. Proprio il concetto di solidarietà, che è sinonimo di accoglienza, di apertura, di allargamento del proprio spazio di vita, sarà ben sviluppato, nelle sue diverse accezioni, in questa assemblea generale Ucesm durante i prossimi giorni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy