Siberia: nelle chiese di Kemerovo oggi preghiere per le 64 vittime dell’incendio al centro commerciale. Domani lutto nazionale in Russia

In tutte le chiese di Kemerovo, della regione e di tutta la Russia oggi si prega per le 64 vittime dell’incendio che domenica è divampato al quarto piano del centro commerciale “Ciliegia d’inverno”. Ci sono ancora sei persone disperse. Da quando è scoppiato l’incendio “a ogni prete che presta servizio nella nostra città si è rivolto qualcuno” in cerca di aiuto o di consolazione, ha raccontato attraverso il sito di informazione ortodossa “Pravoslavie i mir” l’arciprete Alexander Gusakov, responsabile del Dipartimento ortodosso per la chiesa e la società della diocesi di Kemerovo. Alcuni sacerdoti sono rimasti fino a ieri sera nella scuola n. 7, quartier generale dei soccorsi, vicina al Centro commerciale, per accogliere i parenti. Oggi i sacerdoti sono tutti a disposizione nelle chiese della città per iniziare i preparativi per i funerali. Emergono storie strazianti: Olga e Alexander Lillevyali hanno perso nel fuoco le tre figlie. Le avevano lasciate al cinema mentre loro erano andati a fare compere ai piani inferiori del centro commerciale. Sulla piazza di Kemerovo stamane a chiedere verità, Igor Vostrikov, che nell’incendio ha perso la moglie Elena, la figlia Anna di sette anni, Artem di cinque anni, Roman di due anni e la sorella minore della moglie. Si trovavano in una delle sale cinematografiche, le cui porte, per ragioni sconosciute, erano bloccate dall’esterno. Il suo volto e la sua rabbia di fronte al vice governatore sono state riprese dalle telecamere.
Sul sito del presidente russo Putin è stata pubblicata la trascrizione della prima parte dell’incontro che si è svolto stamane a Kemerovo con le autorità locali. Si apprende che 5 persone sono state fermate dalla polizia. Si confermano gravissime negligenze e inadeguatezze nel sistema di allarme e nelle uscite di emergenza. Domani giornata di lutto nazionale in Russia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy