This content is available in English

Siberia, incendio al centro commerciale: patriarca Kirill, “preghiere per tutte le vittime innocenti”

“Sua Santità il patriarca Kirill soffre insieme ai parenti e amici di coloro che sono morti nell’incendio a Kemerovo e rivolge le sue preghiere per tutte le vittime innocenti. Il Patriarca prega per il recupero dei feriti e invia la sua benedizione su tutti coloro che prestano aiuto, medici, soccorritori, volontari e anche coloro che partecipano indirettamente all’assistenza alle vittime”. Lo ha riferito sul sito del patriarcato di Mosca il portavoce del Patriarca, Alexander Volkov. Già oggi il Patriarca “svolgerà un servizio commemorativo per le vittime della tragedia”, mentre ha chiesto che domani “in tutte le chiese della Chiesa russa si tengano cerimonie commemorative”. “Oggi, mentre i cuori di tutti sentono profondo dolore per la tragedia del 25 marzo a Kemerovo, vorrei esprimere le mie condoglianze a coloro che hanno perso parenti e amici”, ha scritto stamane anche l’arcivescovo di Mosca Paolo Pezzi: “Chiedo a tutti i nostri credenti di unirsi a me nella preghiera per il riposo dei morti, per la guarigione delle vittime, per la consolazione e il sostegno dei parenti e amici, per l’aiuto di Dio a tutti coloro che sono responsabili affinché non si ripeta una simile terribile disgrazia”. Sul sito della parrocchia cattolica del Cuore immacolato di Maria a Kemerovo, insieme al messaggio di condoglianze per le vittime, si annuncia che stasera sarà celebrata una “Santa Messa per i defunti, i feriti ei loro cari”. Anche il sito della metropolia di Kuzbass invita “tutti coloro che troveranno la forza, il tempo e il desiderio, a partecipare alla preghiera per i nostri concittadini”, alle 17 nella cappella della Madre di Dio “Gioia di tutti coloro che soffrono” a Kemerovo. “I chierici continuano a essere nella sede operativa, a pregare e a incontrare le persone”, dice ancora il sito. “Negli ospedali continuano a svolgere il loro ministero le Sorelle della Misericordia, così come i sacerdoti incaricati”. È il governatore della regione Aman Tuleyev che ha chiesto “per i cittadini delle diverse fedi una cerimonia religiosa per il riposo delle anime delle vittime” dell’incendio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy