Tribunale ecclesiastico umbro: martedì 6 inaugurazione dell’Anno giudiziario con attività anno 2017 e riflessione su processo breviore

Sarà inaugurato a Perugia, martedì 6 marzo, l’Anno giudiziario del Tribunale ecclesiastico interdiocesano umbro (Teiu). Appuntamento alle ore 9.30 con la celebrazione della Santa Messa nella cappella di Sant’Onofrio della cattedrale di San Lorenzo. L’evento proseguirà nella Sala del Dottorato delle Logge di San Lorenzo, alle ore 10.30, con il saluto di del cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti, moderatore del Teiu. Padre Cristoforo Pawlik, vicario giudiziale del Teiu, presenterà la relazione dettagliata sull’attività del Tribunale nell’anno 2017. Seguirà la prolusione di mons. Paolo Bianchi, vicario giudiziale del Ter Lombardo, sul tema: “Le condizioni di ammissione al processo breviore e il ruolo del vescovo in tale forma processuale”, la vera novità del Motu Proprio Mitis Iudex Dominus Iesus con cui Papa Francesco, nel 2015, ha riformato il processo di nullità matrimoniale canonica.
“Mons. Bianchi – spiega padre Pawlik – illustrerà i due passaggi fondamentali del cosiddetto processus brevior: la fase preliminare, esponendo le condizioni obbligatorie per l’ammissione della causa, e il ruolo del vescovo diocesano competente di giudicare. Il relatore coniugherà le riflessioni sul tema basandosi sia sullo studio sia sull’esperienza personale. Lo studio prenderà in esame la dottrina prodotta negli ultimi due anni sul tema (tempo dall’entrata in vigore della Legge), insieme all’esperienza maturata nel Tribunale lombardo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy