Giornata vittime mafie: Azione Cattolica Puglia, criminalità organizzata “prolifera nel silenzio e nell’omertà”. “Vogliamo essere protagonisti del cambiamento”

“La scelta di celebrare in Puglia questa Giornata non è casuale. Foggia da diversi anni è scenario di gravissimi fatti di sangue di evidente matrice mafiosa, che non possono lasciarci indifferenti”. È quanto afferma in una nota la Delegazione regionale Puglia dell’Azione Cattolica italiana – aderente al coordinamento regionale di Libera – che parteciperà alla XXIII la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, che si svolgerà il 21 marzo a Foggia. Dopo aver ricordato che mafia e corruzione devono essere “portate sempre più ai margini della nostra società fino ad essere rigettate ed estirpate definitivamente”, la nota prosegue: “Come Azione Cattolica pugliese sentiamo il bisogno di essere protagonisti di questo cambiamento. Non possiamo illuderci che la testimonianza della nostra fede sia altra cosa dall’essere vicini ad una umanità calpestata: la gente della nostra Puglia aggredita dall’arroganza del potere criminale e mafioso”. La criminalità organizzata “prolifera nel silenzio e nell’omertà. Trae forza da connivenze con i cosiddetti colletti bianchi”. “Arriva il momento – conclude il documento – in cui bisogna decidere da che parte stare. E noi non possiamo non impegnarci a dissodare i solchi della verità e della giustizia della nostra terra”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy