Cristiani in Cina: padre Vermander (La Civiltà Cattolica), “la Chiesa si reinventa costantemente”

“I cristiani cinesi possono rivendicare il fatto di aver costantemente reinventato la loro forma di presenza e di preghiera nel loro Paese. Per esempio, nella Cina attuale si è sviluppato un ricco repertorio musicale cattolico, in quanto ogni parrocchia promuove il proprio stile musicale particolare, secondo la propria preferenza”. Lo scrive padre Benoît Vermander, redattore de La Civiltà Cattolica, nel primo numero di marzo, riflettendo sulla condizione dei cristiani nel Paese. “Dopo la Rivoluzione culturale tutto ha dovuto essere reinventato: la vita parrocchiale, il rapporto tra il fedele e le autorità, i modi di pregare, dal latino al cinese”, aggiunge. Tutto ciò avviene in un contesto in cui lo Stato vuole “rendere più cinesi le religioni”, cioè non solo “sviluppare un rituale locale e una prospettiva dottrinale, ma in primo luogo aderire alla definizione di cultura cinese proposta dalla stessa relazione del presidente Xi al XIX Congresso, una definizione che è di natura politica”. In pratica, “i fedeli devono seguire la leadership del partito e aderire ai valori socialisti”. Quindi, padre Vermander spiega che “la richiesta di una ‘sinizzazione religiosa’ ha coinciso con l’applicazione di regole più restrittive della pratica religiosa”. “In questo contesto – spiega -, si può capire perché tale richiesta incontri la resistenza di settori religiosi: ci sono evidenti pericoli legati al seguire una politica imposta dall’alto, che può portare a una perdita sostanziale della propria identità. Nessuna religione può diventare un mero strumento dell’apparato politico”. Da qui, la necessità per i cristiani cinesi oggi di essere “inventivi”: “La richiesta pressante del governo li spinge a entrare in dialogo per approfondire il loro impegno a tradurre il Vangelo nei segni e nella lingua del loro popolo”. Tre i settori, secondo il redattore de La Civiltà Cattolica, in cui “si deve tentare un’inculturazione creativa”. “Il primo settore riguarda la spiritualità e la ‘teologia spirituale’. Un secondo campo di inventiva ha a che fare con la cultura, in particolare con l’arte e la letteratura. Il terzo modo con cui i cristiani possono entrare ancora meglio in sintonia con la situazione attuale cinese è attraverso la consapevolezza e l’azione sociale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy