Papa Francesco: agli argentini, “amore grande e intenso, prego per tutti voi”. Nominato il nuovo nunzio

Papa Francesco, in data 16 marzo, ha scritto ai connazionali un lettera di ringraziamento in risposta agli auguri inviati martedì scorso da un gruppo di politici locali (del governo e dell’opposizione) in occasione del quinto anniversario del suo pontificato. Nella lettera, pubblicata sul sito della Conferenza episcopale argentina, il Santo Padre scrive: “Mi commuove scoprire che in questa lettera, oltre al saluto rispettoso da parte delle autorità, si sono uniti i saluti di persone di diverse provenienze religiose, politiche e ideologiche”. Si conferma, scrive il Papa, che “l’unità è superiore al conflitto”. Nella missiva, Papa Francesco conferma che il suo amore per la patria è “grande e intenso” e afferma di pregare tutti i giorni per essa. Chiede anche perdono a coloro che potrebbero essersi sentiti offesi da alcuni suoi gesti. “Dio, che mi ha affidato un compito cosí importante mi aiuta, ma non mi ha liberato dalla fragilità umana. E per questo, come tutti, posso sbagliare”, afferma il Santo Padre. “Prego per tutti voi – conclude il Papa – perché possiate essere canali di bene e bellezza, perché possiate portare il vostro contributo nella difesa della vita e della giustizia, perché possiate seminare pace e fraternità, migliorare il mondo con il vostro lavoro, prendere cura dei più deboli e condividere pienamente tutto quello che Dio vi ha donato”. Intanto, nella giornata di sabato, è stata resa nota la nomina del nuovo nunzio apostolico in Argentina: si tratta dell’arcivescovo León Kalenga Badikebele, 61 anni, congolese, finora nunzio in Salvador e in Belize.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy