This content is available in English

Ue: previsioni economiche, stime al rialzo. Moscovici, “sistema è in eccellenti condizioni di salute”

(Bruxelles) “In questo inizio di 2018 l’economia europea si presenta in eccellenti condizioni di salute. La zona euro evidenzia tassi di crescita mai visti dopo la crisi finanziaria. La disoccupazione e i disavanzi continuano a diminuire e gli investimenti stanno finalmente registrando un aumento significativo”. Eloquente il primo commento da parte di Pierre Moscovici, commissario per gli affari economici e finanziari, che presenta le Previsioni economiche intermedie. “La crescita economica è inoltre più equilibrata di quanto non fosse dieci anni fa e potrebbe anche rivelarsi più duratura se continueremo ad attuare riforme strutturali intelligenti e a perseguire politiche di bilancio responsabili”. Per Moscovici, “il momento propizio per le riforme non durerà però per sempre: le ambiziose decisioni necessarie per rafforzare l’Unione economica e monetaria devono essere prese ora”. Le stime attuali per il 2017, che parlano di una crescita del Pil del 2,4%, superano le proiezioni indicate a novembre nelle previsioni economiche di autunno, che erano rispettivamente pari al 2,2% per la zona euro e al 2,3% per l’Ue. Anche le previsioni di crescita per il 2018 e il 2019 sono state corrette al rialzo rispetto a novembre, sia per l’economia della zona euro che per quella dell’Unione, e sono rispettivamente passate dal 2,1% al 2,3% per l’anno in corso e dall’1,9% al 2,0% per il 2019.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy