Ue: previsioni economiche, stime al rialzo. Dombrovskis, “crescita anche nel 2019”. Ma il mercato del lavoro ristagna in diversi Paesi

(Bruxelles) “L’economia europea sta ottenendo risultati superiori alle aspettative e l’attuale forte crescita è destinata a continuare anche il prossimo anno. Dobbiamo quindi proseguire con il nostro programma di lavoro, che si prefigge di garantire che della crescita possano beneficiare tutti i cittadini europei. Dobbiamo sfruttare questo periodo per rendere le nostre economie più resilienti e approfondire l’Unione economica e monetaria”. Anche Valdis Dombrovskis, vicepresidente della Commissione Ue, responsabile per l’euro e il dialogo sociale, commenta con toni molto positivi le Previsioni economiche intermedie fornite oggi a Bruxelles. Tali sviluppi favorevoli sono attribuibili, secondo la Commissione, “sia a una congiuntura economica più forte in Europa, dove i mercati del lavoro continuano a migliorare e dove il clima di fiducia nell’economia è particolarmente buono, sia a una ripresa più forte del previsto dell’attività economica mondiale e degli scambi commerciali internazionali”. La domanda forte, il livello elevato di utilizzo della capacità produttiva e “condizioni di finanziamento favorevoli dovrebbero favorire gli investimenti nel corso del periodo di riferimento delle previsioni”. L’inflazione (attorno all’1,5%) “dovrebbe rimanere moderata”, mentre si evidenzia “una situazione di ristagno del mercato del lavoro” in vari Paesi, “che migliora solo lentamente”, mentre le pressioni salariali rimangono contenute.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy