Diocesi: Milano, Sinodo “Chiesa dalle genti”. Inizia la fase di ascolto, domande sui migranti anche ai politici

“Quali sono i sentimenti e le emozioni che nei nostri Comuni vediamo emergere nei cittadini italiani verso gli stranieri? Come la necessità di raccogliere consenso per poter governare la cosa pubblica si misura con l’accoglienza dello straniero? E ancora. Quale ruolo possono avere le amministrazioni comunali nel rendere l’immigrazione un’opportunità? Quali le buone pratiche? Quali le esperienze nate dall’incontro tra culture diverse nei nostri Comuni? Sono presenti luoghi per poter fruire di una libertà religiosa veramente reale e concreta?”. Sono alcune delle domande che la diocesi di Milano rivolge ai fedeli che ricoprono il ruolo di sindaci e amministratori locali per contribuire al sinodo minore “Chiesa dalle genti”. E con gli amministratori locali, altre categorie stanno per essere interpellate. Dopo l’apertura ufficiale nella basilica di Sant’Ambrogio, domenica 14 gennaio, muove il primo passo il cammino di riflessione, avviato dall’arcivescovo di Milano, m0ns. Mario Delpini, “con l’obiettivo – si legge in una nota della curia ambrosiana – di definire le modalità attraverso le quali annunciare adeguatamente il Vangelo, celebrare i sacramenti, vivere l’esperienza della carità nelle parrocchie ambrosiane sempre più multietniche”. La Commissione di coordinamento sinodale, presieduta dal vicario episcopale mons. Luca Bressan, “che conduce questo percorso sta invitando diverse categorie di fedeli a interrogarsi sulle tematiche al centro del Sinodo minore, così da fornire il proprio contributo”.
“Per guidare la discussione e il confronto di ogni categoria la Commissione ha predisposto otto tracce, una per ciascuna delle categorie individuate: appartenenti ai consigli pastorali, educatori e giovani, preti, consacrati e consacrate, migranti, operatori della carità, animatori, amministratori locali. Ogni traccia sviluppa i temi del documento preparatorio in una serie di domande specifiche a seconda del diverso destinatario”. Obiettivo di questa fase del Sinodo, precisa la nota metodologica, “non è elaborare pensieri ‘su’, ma costruire riflessioni e percorsi ‘con’”. I testi integrali delle otto schede e tutte le informazioni sul Sinodo sono disponibili su www.chiesadimilano.it/sinodo. Questa prima tappa di ascolto e confronto si concluderà a Pasqua, il 1° aprile 2018.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia